HM Medical Clinic

Take Clomid is contraindicated in the presence of cysts in the ovaries, liver and kidney failure, the presence of pituitary tumors or genital organs clomid dosage The information is provided for informational purposes only and is not a guide for self .

Cialis ne doit pas être prise à tous. Il est important que cialis en ligne est prescrit par un médecin, bien se familiariser avec les antécédents médicaux du patient. Ich habe Probleme mit schnellen Montage. Lesen Sie Testberichte Nahm wie cialis rezeptfrei 30 Minuten vor dem Sex, ohne Erfolg. Beginn der Arbeiten nach 4 Stunden, links ein Freund ein trauriges Ja, und Schwanz in sich selbst nicht ausstehen, wenn es keinen Wunsch ist.

Comune.lerici.sp.it









Calendario d
g ite tturistiche ee d
d ei ssoggiorni mare - montagna
Festa del Tulipano a Castiglione del Lago dall' 11 al 12 aprile € 190
Il punto
Terme di Monticelli dal 4 al 16 maggio €740
Responsabile del turismo: sig.ra Mida: 338-4932066
Le mie esperienze in Uniauser

di gabriella molli

sergio f. giampaoli Conduco un programma di incontri -diluire il lievito con latte tiepido qb In questi due anni e mezzo il comune in Uniauser Lerici* sul tema: la sto- -iniziare a impastare versando il latte con il lievito e l'olio di Lerici guidato dal sindaco Caluri ria di ciò che mangiamo. Sottotitolo del corso è: la cucina lericina e la sua -incorporare i pinoli e un pizzico di ha subito l'ennesima defezione. E' storia. Pensavo di aver concluso il sale, formare una palla e metterla a uscito con dimissioni irrevocabili discorso di ricette dolci in cui mi so- riposare per 15 minuti Dino Baudone e con lui, salgono a no intrattenuta ancora a lungo. nella -dopo questa operazione, dividere in sei parti formando piccole palle e di- cinque quelli che hanno lasciato con prima lezione del 2015. Ma, no. Non posso ancora affrontare un tema sporle sulla teglia da forno il cui fon- diverse motivazioni l'esecutivo. Non nuovo. Le lezioni per piani paralleli do viene coperto con le foglie di ca- ci ha colto di sorpresa quest'ultimo sono fatte così. Arrivano input a de- abbandono. Era nell'aria, e gli -far riposare altri 10 minuti, quindi stra e a manca. Mentre ero in passeg- infornare a forno preriscaldato a 180° scricchiolii che si palesavano ogni giata alla Venere Azzurra, parlando e cuocere per 30 minuti giorno di più, a orecchie più atten- con Tina Lupi (lericina doc) di dolci Consiglio di Lupetto natalizi, spunta fuori una 'torta dolce te, avrebbero dovuto suggerire di -i paninetti vengono molto buoni e di bietole' che era una delizia natali- più ricchi se si mette anche 100 g di correre ai ripari. Adesso la maggio- zia di sua nonna. Ma non solo, affio- uvetta assieme ai pinoli ranza, se ancora reggerà, andrà cer- rano anche ‘i panini dolci della -un'usanza antica lericina prevedeva cata e mediata con più attenzione. Checca'. Il forno era in via Cavour di mettere l'impasto dentro i ditali e Noi semplici cittadini, ci auguriamo (la Checca era la zia del dottor Al- di cuocere e di metterli a cuocere sot- fonso Cavallini). Ora il forno non c'è per il bene del nostro paese che, no- più e i panini sono soltanto un ricor- -la raccolta dei pinoli veniva fatta nostante la dialettica un po' troppo do. Panini fatti con la farina di casta- nelle pinete di Maralunga e chi aveva vivace, (consentitemi questo eufemi- gne, che costituivano la gioia dei i campi alla Rocchetta portava a ca- smo) i nostri amministratori sa- bambini, quando le madri li manda- sa (nel periodo estivo) pigne piene di pinoli. Le pigne vuote secche ser- pranno condurre a buon fine quello vano a comprare il pane. A Lerici si faceva anche un ‘panetto' molto par- vivano per accendere il fuoco. che ci hanno promesso in campagna ticolare. Ho trascritto la ricetta in un Le note di Gabriella elettorale. E usando la ragionevo- libro appena uscito a cui ho lavorato Che dire.questi panetti sono da lezza come metodo abbiano coscien- con l'aiuto di Enrico Calzolari e Ar- provare facendoli in formato ‘mi-gnon', anche se quest'anno la farina za che sopra le loro "sacrosante" mando Baldassari: 'Le ricette di Lu- di castagne costa quanto l'oro ed è opinioni c'è un paese che da troppo petto. Dopo l'andar per mare una vita quasi introvabile. La farina dolce da chef a Lerici' (la pubblicazione è tempo aspetta soluzioni ormai inde- non è mai appartenuta pienamente al stata possibile grazie a Ca' Lunae di nostro territorio, anche se in Carbo- rogabili. Paolo Bosoni). Ebbene ecco la ricetta gnano sono ancora presenti alcuni alla pagina 80: panetto coi pignei castagni. Ma costava decisamente Ciao, alla prossima cotto en ter forno a legna. meno di quella di grano. Era facil- (panetto con i pinoli cotto nel forno a mente reperibile ed era molto gratifi- cante, anche in polentina, la sera. E sono in molti a ricordare i ditali pieni N°70 (febbraio 2015)
300 g di farina dolce di castagne posti sotto la cenere. Quanta gioia 200 di farina bianca zero nel gustare il dolce della farina appe- responsabile sergio f. giampaoli (gfs).
25 g di lievito di birra Hanno collaborato a questo numero:
un cucchiaio di olio di frantoio 10 g di finocchio selvatico *Uniauser Lerici è nata grazie a un carla ambrosi, enrico calzolari,
latte qb 200 g di pinoli gruppo di amici e al direttivo Auser, gino cabano, marco greco,
foglie di castagno fresche per offrire una serie di corsi mono- achille lanata (biscotto),
un pizzico di sale tematici sul territorio e la nascita di margherita manfredi, gabriella molli,
due importanti poli (scacchi e infor- francesco pelillo, euro puntelli,
matica) per attivare l'attività intellet- -incorporare le farine sulla spianatoia tuale. Iscrizioni in atto a via Gerini e fare un piccolo cratere I miei ricordi di vita in mare (1)
zanotte. Nei menu a rotazione, si trovava pagarono a Tellaro e a Sarzana dove ven- sempre la piccola pasticceria, poi la nero innalzati alberi della libertà e detur- Pastiera, i Vanilla pudding', i Saint Ho- pati monumenti e stemmi nobiliari, chiusi norè, i mille- foglie, la Sacripantina. Tan- i conventi (lo smantellamento del Con- to per citarne anche in questo caso le re- vento degli Agostiniani di Maralunga achille lanata (biscotto) gioni erano tutte rappresentate tenendo comincia in questo periodo e così quello sempre in considerazione i dolci di tradi- dei cappuccini dell'Orto dei frati). Ac- zione americana. Non mancavano i gelati canto ai club giacobini si sviluppò anche Nel nostro territorio (parlo della Liguria e i sorbetti. I menu terminavano con frut- un partito aristocratico, ne abbiamo te- in generale, e della nostra zona in parti- ta fresca e frutta sciroppata. Di caffè e tè stimonianza da una lettera inviata dalla colare) le navi a causa di un regione se ne contavano circa 11. Municipalità di Lerici a D. Rivarola: chiusa tra monti e mare, coltivare la ter- "L'Amministrazione cen- trale elesse a ra, non era una risorsa, ma una fatica. ispettore di polizi P.Muzzio, buon repub- Molti dei nostri concittadini scelsero la Un giovane rivoluzionario (3)
blicano, successivamente lo allontanò via del mare per dare una svolta alla loro Sebastiano Biagini dalla carica sostituendolo con G. Jaco- esistenza, con varie mansioni sia di co- pello che non è stato mai reputato buon mando che di servizio alberghiero. Que- patriota,ha fatto e fa tuttora parte di un sti ultimi portarono un contributo fatto club di aristocratici che si riunisce a ca- margherita manfredi di saperi e sapori e importarono (una sa dell'ex nobile Botti di Resòla (Bonez- volta tornati nelle loro case) usi e tradi- zola)), è aderente all'aristocrazia del pa- zioni delle cucine di altri paesi, dando ese ed è iscritto nella lista di G.B. de I francesi fanno sventolare a Genova le così vita a quella che oggi è definita Benedetti." (23 Giugno 1798) (da Archi- loro bandiere, ma nel far della sera si sca- "cucina fusion". In molti locali aperti da vio storico di Sarzana). (continua). tena la Controrivoluzione dei sanfedisti, ex naviganti si potevano trovare piatti dei Viva Maria. Una moltitudine di fac- della tradizione con aggiunte di spezie PROGRAMMA UNIAUSER
chini, barcaioli, braccianti spinti dal Bi- esotiche ancor prima che la globalizza- sagno e dalla Polcevera forzano l'armeria Febbraio 2015
zione le facesse diventare di uso comu- impossessandosi di fucili, lance, daghe. ne. Una su tutte il Curry. Dopo questo Fra grida assordanti, piazze, vie, vicoli piccolo preambolo, vorrei soffermarmi L'Uniauser ricorda che l'iscrizione si mutano in campo di battaglia con at- sull'aspetto del ‘servizio alberghiero' di tacco di corpo a corpo. Chiunque porta all'Auser ai fini giuridici e assicurati- una nave passeggeri di linea, settore che coccarda tricolore francese o lombarda vi è obbligatoria per frequentare tutti conosco bene. Prendiamo a esempio la viene affrontato. Genova tutta è insozza- nave REX che conquistò il nastro Az- i corsi che si svolgeranno ogni LU- ta di sangue fratricida. Al Ponte Reale un zurro per la traversata più veloce da Gi- NEDI e GIOVEDI'. pugno di forti patrioti, comandato da Fi- bilterra a New York. Iin quel viaggio lippo Doria resiste valorosamente all'as- come in tutti i viaggi di questi grandi al- Lunedì 2 ore 15.30: La storia di cosa salto della ciurmaglia sempre crescente. berghi galleggianti, c'erano tre classi: la Il Doria già colpito da più ferite, dopo prima classe, la classe cabina e la turisti- Giovedì 5 ore 15.30: La storia del Ca due ore d' eroica resistenza cade fra morti ca. Usavano queste definizione, ma la e feriti. I vincitori, belve inferocite. A fi- sostanza era che nella prima-seconda- Lunedì 9 ore 15.30: Il castello di Le- ne maggio dopo questa insurrezione dei terza classe, la differenza stava nel ser- rici e la sua storia. patrioti la repubblica di Genova veniva vizio e nei menu. In prima classe si uti- Mercoledì 11 ore 17.00: informatica democratizzata. E si diede un ordinamen- lizzavano 2 camerieri per servire 12/14 to modellato sulla costituzione francese passeggeri. Il menu a iniziare con il Giovedì 12 ore 15.30: Storie e perso- del 1795, con un'assemblea bicamerale Breakfast comprendeva una serie di pre- naggi del Golfo dei poeti: (P. Mante- che avrebbe dovuto essere elettiva, ma parazioni di uova-succhi di frutta- che di fatto venne nominata dalle autorità cereali-4 tipi di caffè- frutta fresca e Lunedì16 ore 15.30: Flora e fauna francesi. Il 14 giugno 1797 il Nuovo Go- l'immancabile focaccia e per molto tem- verno s'insediò a suon di bande, canti e po fecero una comparsa i ‘biscotti della Mercoledì 18 ore 17.00: Informatica balli. Nobili e popolani si abbracciavano, salute'. Che io preferisco chiamare con si baciavano pazzamente. Si alzarono Al- il nome di casa nostra: i Biscotti di Leri- Giovedì 19 ore 15.30: Umanesimo beri della Libertà .In Piazza dell' Acqua- ci, oggi riproposti. Una panetteria sfor- verde sotto il Grande Albero si bruciò nava 4 tipi di pane diversi e una tipogra- Lunedì 23 ore 15.30: Il fenomeno quella sera il Libro d'oro della Repubbli- fia stampava i menu in due lingue. Il delle statue stele. ca oligarchica al grido: Viva la libertà! menu della prima colazione prevedeva Mercoledì 25 ore:17.00 Informatica A terra l'oligarchia ! Il giorno dopo il un antipasto a carrello, assortimento di Governo Provvisorio decreta 1'abolizione salumi misti, tre zuppe, due farinacei Giovedì 26 ore 15.30: La storia di ciò di tutti gli emblemi di feudalesimo e di (fra cui pasta e riso: quest'ultimo sempre nobiltà e l'insurrezione deturpa stemmi su presente con burro fuso. A seguire c'era- proprietà private (cosa visibile anche a no delle uova in quattro preparazioni, N.B: ogni lunedì, alle ore 17.30 (su- Lerici in alcune insegne e stemmi poi il pesce e l'entrée. A questo punto, bito dopo gli incontri in programma) all'interno di palazzi nobiliari). Appreso sempre in prima classe, entravano in si terrà il corso di Scacchi. Poi, in ac- quanto stava succedendo Biagini che era scena due piatti regionali, un primo e un cordo con i partecipanti, si potranno ancora in esilio a Milano rientrò a Geno- secondo e, a rotazione, si partiva dalla concordare altri incontri per la setti- va e la sera del 29 Giugno poté riabbrac- Val D' Aosta, per finire con la Sardegna. ciare i compagni e gli amici. Nel Luglio In questo modo i nostri passeggeri ave- Il Corso di Informatica applicata si dello stesso anno fu promulgata la Costi- vano un'anteprima di quello che l'Italia terrà presso l'aula di informatica delle tuzione della Repubblica Cisalpina: era offriva in materia di specialità alimenta- scuole medie di Lerici caduta l'antica repubblica oligarchica ri. In ogni modo i menu della prima Genovese nata con Andrea Doria. Intanto classe non finivano alle regioni, ma con- anche a Spezia, a Lerici, a Sarzana e in tinuavano con legumi-patate ch compa- tutti i paesi limitrofi si era sparsa la noti- rivano in un ricco buffet freddo, che tro- zia dei disordini genovesi, l'ideale rivo- neggiava all'entrata della sala da pranzo, luzionario di fratellanza, libertà e egua- dove facevano bella mostra enormi piatti glianza aveva fatto presa anche fra i leri- di insalate, condimenti, e formaggi. Ov- cini. Lerici aprì un club e piantò l'albero viamente non potevano mancare i dolci, della libertà, e dopo questa data fu pro- dove in un'apposita pasticceria, i maestri clamato il governo democratico, analo- pasticceri creavano vere e proprie opere gamente i disordini rivoluzionari si pro- d'arte che mettevano nei buffet di mez- La baia del Cesino (3)
di S. Teresa chiamatasi prima l'Ochapelata e ciò d'ordine dal Serenissimo di Genova in Presidente: Raffaella Coglitore
tempo dal Sig. Commissario di Sarzana Ill.mo Sig. Checco Negrone ne andai con tutto il cle- ro, stolla, e piviale e croce alla volta per essere Il cartellone della musica
enrico calzolari giurisdizione di S. Terentio e si fece la benedi- tione sopra pietra senza contrasto et oppositio- ne di neuno. Firmato Gio Felice Rettoredi S. Musano = voce pre-indoeuropea da mo- Terentio al Mare. Mano propria". (continua) ose, acquitrino, come i fiumi Mosa e Le videoproiezioni, sono
Mosella; Nebia Colomba = bellissimo toponimo celtico doppio, formato dal Il calendario della Resistenza
sospese fino a data da
neblo-nebbio (il sambuco) e da comba- cumba (valle sinclinale), del tutto simile destinarsi.
al Guercia Colomba (cercia + comba, la valle delle querce, che si trova presso il Guercio e sotto Cerri; Oca Pelata = to- ponimo doppio derivante dalle Tavole di Gubbio, formato da Oca, cioè Ocar, luogo alto fortificato e Pelata, da pihatu, cioè luogo in cui si prega ad alta voce. Il toponimo si riferisce a Santa Teresa. Nel Il calendario presentato nella sala consiliare ‘Libro delle Delibere degli Uomini Qua- del nostro comune il 09/01/2015 è stata una ranta del Parlamento di Lerici' (compo- grande occasione per ricordare soprattutto alle sto anche di otto parlamentari di San Te- nuove generazioni la straordinaria avventura Filo d'Argento
renzo e otto delle Ville) alla data del 13 della tipografia clandestina del Fodo che ha gennaio 1691 si legge: "per accomodare provveduto in qualche modo, fra mille pericoli, e restaurare la Casetta posta alla mancanza di comunicazione durante la dit- I numeri del Filo d'Argento Lerici nell'Ocapelata che serve per fare la tatura fascista. Non è mai vano soffermarsi sul sono: 0187964208 oppure Guardia per la Sanità"; Pertusola = il to- sacrificio di quella generazione di uomini che 347.3092994 (sevizio di trasporto ponimo si rileva come ‘Cala del Pertu- hanno lottato per un mondo migliore. E qui ci per anziani autosufficienti per so' nella carta del Capitano ingegnere aiutano se ne abbiamo voglia, i bei libri di Beppe Fasoli "Una tipografia clandestina" e servizi, visite mediche, ospedalie- Giacomo Brusco (1790). Il significato del termine riporta a una grotta o caver- Mario Farina "Gli scioperi del marzo ‘44" che re e ricoveri nella provincia). Il na, di solito passante. Della presenza di è sempre utile rileggere per ricordare. servizio sociale è a offerta libera e una grotta fa fede l'annotazione delle individuale per tutti i tesserati ‘guardie di sanità' di quel tratto di costa Auser di Lerici . denominato spiaggia del Cesino, per cui si ha una ‘Guardia in grotta', posta fra la Attivo dalle 9:00 alle 18:00. ‘Guardia dell'Oca Pelata' e la ‘Guardia di San Bartolomeo'; Punta del Calan- Per risparmiare
drello = la punta rocciosa dell'Ocapelata era anche chiamata Punta del Calandrel- lo, per la tradizione di essere un punto speciale per la caccia alle calandre, o a-L'oreficeria Morselli, sconterà del
mignarde, dette anche allodole senza 5% sull'oro e il 10% sull'oreficeria. ciuffo, uccelli di passo primaverile che b-Al Ristorante Hotel del Golfo per
si incanalavano nel Golfo provenendo un pranzo dall'antipasto alla frutta dal canale di Porto Venere. Gli stormi basteranno € 20. provenienti dal Canale del Tino si cac- c-Fiori Juna di pia.zza Garibaldi, pra-
ciavano sulle alture della Rocchetta, mentre gli stormi provenienti dalla sella ticherà uno sconto del 10% su fiori, del Derbi si cacciavano agli Stagnoni. Nel Libro del Monte dell'Abbondanza 1° corso di ceramica all'Auser di Lerici
d- Ristorante " da Paolino" di via Gerini
della Comunità di San Terenzo si legge: "per segnale nella punta del Calandrello 10% di sconto su pranzo o cena ossia del Forte di Santa Teresa …". San e- Marco&Rino Parrucchieri- via Ca-
Bartolomeo = cappella esistente nella vour,71 sconto del 10% . punta ove oggi si rinviene il grande edi- ficio della Caserma Fiastri (ex base de- gli idrovolanti della Regia Aereonauti- ca). Nel 1794 vi fu costruita una instal- corsi di lingua inglese
lazione militare detta ‘Progetto della batteria di cinque pezzi di cannone pres-so la cappella di San Bartolomeo nella costa orientale del Golfo'. Una costru- zione che potrebbe essere la suddetta martedì e giovedì: 18 – 19.30
cappella si può scorgere nella fotografia del fotografo Conti Vecchi, riportata alla pagina 48 del libro ‘Lerici, la storia in fotografia', Vol. I (1991); Santa Teresa = batteria costruita dai Genovesi nel promontorio, di cui il Gonetta scrive: Per maggiori informazioni
"Forte di Santa Teresa opera dei Geno- Questo è il gruppo di partecipanti al corso di ceramica guidato da Meloni Nina. Tra c/o Auser-Arca tel. 0187964208
vesi del 1747 all'epoca della cacciata un paio di settimane si concluderà. I nostri dei Tedeschi". Nel ‘Libro dei Legati' corsisti presenteranno in una mostra che del 1641 della parrocchia di San Teren- sarà allestita nei locali dell'Auser di via zo si legge: "Addì 7 Ottobre 1745. Do- Gerini 40 le loro opere diligentemente vendosi dare principio alla nova fortezza Breve storia del vino e chi lo beve
Museo geopalentologico
sono state rinvenute molte impronte di an- tichi rettili che danno un'idea della fauna presente in loco circa 230 milioni di anni fa. Sono stati ricostruiti. Stagonos-
Nolepis. Era un tecodonte erbivoro del
gruppo degli aetosauri dotato di una robu- sta corazza. Syntarsus. Era un piccolo di- nosauro carnivoro del gruppo dei cerato- sauri bipede e molto agile. Dilophosau- In questa fase approfondiremo tutte le te- rus. Era un grande dinosauro carnivoro Già seimila anni fa, i Sumeri con una matiche che riguardano il museo ospitato del gruppo dei ceratosauri, bipede e molto foglia di vite simboleggiavano all'interno del castello per avere un quadro agile. Doveva essere un temibile predato- l'esistenza umana e, sui bassorilievi assi- preciso del valore scientifico e re che dominava questo antico ambiente. ri erano rappresentati schiavi nell'atto di dell'importanza che riveste il Geopaleon- attingere vino da grandi crateri e servir- tologico di Lerici nel panorama dei musei lo ai commensali in raffinate coppe ri- di storia della terra e di scienze natura- Alla fonte di Capodacqua
colme. Non da meno gli Ebrei li.Nel 1987, durante un'escursione in una nota località costiera del lericino, il com- dell'Antico Testamento, attribuivano a pianto Ilario Sirigu allora dodicenne rin- Noè la piantagione della prima vigna, e venne alcune piste di impronte fossili im- consideravano la vite "uno dei beni più presse su una superficie rocciosa. preziosi dell'uomo" (I Re) esaltando il L'importante scoperta fu subito conferma- vino che "rallegra il cuore di ogni morta- ta dalle Università di Roma e di Pisa. Si le" (Salmi). Per noi paesani, molto più La nostra escursione terminerà esattamente trattava di orme fossili attribuite a dinosau- grezzi e decisamente più spicci, il tutto si al punto di partenza del mese scorso e per- ri ed altri gruppi rettiliani risalenti a circa correrà in salita anche un tratto già descrit- riassume con "Viva Noè che i già enven- 220 milioni di anni fa. Fu ed è tutt'oggi to, per offrire una piccola sorpresa nel fi- tà a vigna, a chi no ghe piase er vin ghe l'evento paleontologico più importante ri-feribile al territorio spezzino. Il museo nale. Il sentiero 3l inizia a Tellaro con la vegna a tigna". Per i Greci, è Dioniso, nacque appunto a seguito di questa scoper- scalinata di Via della Fonte e, dopo un il più giovane figlio immortale di Zeus, ta. Ma al di là del fatto contingente ci sono centinaio di metri, supera la II traversa di che ha il merito di aver introdotto la col- idee, materiali e soprattutto una lunga tra- Via Fiascherino e prosegue, sull'altro lato tura della vite tra gli uomini, tanto che il dizione geo-paleontologica, che affonda le della carreggiata, con una salita di cemen- dio del vino, fu oggetto di culto non solo sue radici nel XIX secolo quando lo scien- to. Ben presto, dopo un caseggiato rosa, la presso i Greci, ma anche in Etruria, dove ziato spezzino G. Cappellini, uno dei fon- strada si restringe in un viottolo dal fondo era identificato con la divinità agreste datori della geologia in Italia, proprio nei erboso che, dopo alcune curve, fiancheg- Fufluns, e quindi nel mondo romano, promontori del Golfo avviava le sue ricer- giando villette e ruderi, entra nell'uliveto dove era conosciuto come Bacco e ricol- che. Il percorso museale, sotto la direzione medievale. Un cartello indica che, una vol- legato a Liber, antica divinità latina della scientifica del Prof. Walter Landini ta tanto, i fondi europei hanno avuto buon dell'Università di Pisa si articola in varie fertilità. Al di là di tutte queste conside- fine perché sono evidenti i segni di ripresa aree tematiche. I DIORAMI DEI DI-
razioni, sta di fatto che il vino è uno de- delle antiche coltivazioni. A sinistra parte NOSAURI All'interno del percorso muse-
gli alimenti più discusso; basti pensare la deviazione per le case di Valdonica e, ale sono ricostruiti tridimensionalmente che solo nella Bibbia la parola vino è ci- un centinaio di metri più sopra, appare il quattro antichi ambienti con un'età che va tata circa cinquecento volte. Anche borgo di Portesone. Lo si aggira sulla sini- da 270 a 190 milioni di anni fa. Si tratta di l'intransigente Martin Lutero, indaffarato stra seguendo i segnavia del C.A.I. e, dopo una selezione di giacimenti italiani che sicuramente da altre cose, non si rispar- un breve cammino, s'incontrano una ci- hanno restituito impronte fossili di rettili mia sull'argomento, e tra una predica e sterna e una fonte perenne (sulla potabilità con particolare riguardo a quelli dove era-no presenti i dinosauri. Camminando lun- delle cui acque non scommetterei). Al l'altra, trova il tempo di forgiare un pro- go il percorso si incontrano quattro isole termine delle case il 3l sfocia nel 433, che verbio, che tradotto dal tedesco suona ordinate dalla più antica fino alla più gio- si deve imboccare sulla sinistra seguendo così: "chi non ama le donne, il vino e il vane che presenta i modelli più spettacola- l'indicazione per Lerici. Il breve tratto canto, è uno stolto e lo sarà per tutta la ri. Tutti gli animali sono stati ricostruiti a pianeggiante successivo è un piacevole in- vita"; un detto che dalla Germania ha grandezza naturale a eccezione dei rinco- termezzo prima dell'ultima salita per Ca- invaso tutta l'Europa e nel nostro idioma sauri dei Monti Pisani. I nomi si riferisco- podacqua. Bisogna infatti deviare sulla de- grezzo ma, come abbiamo già avuto a no ad animali conosciuti attraverso schele- stra in corrispondenza di una cassetta di dire, spiccio, si traduce più o meno così: tri fossili che sono serviti come base per le derivazione e seguire i tubi neri che, dalla "a chi no ghe piase er vin a musica e .e ricostruzioni, scelti tra quelli che avrebbe- fonte, portano acqua ai campi vicini. Le done .Dio lo stramaledica". Non fa ri- ro potuto lasciare le impronte rinvenute nei grandi piastre di macigno che lastricano il ma neppure nella nostra lingua, ma se da vari giacimenti. Val Gardena. In queste
fondo del sentiero, funzionali al transito rocce depositatesi circa 270 milioni di anni esperti dell'idioma, come io credo voi degli animali da soma, dimostrano l'antica fa in una antica pianura alluvionale costel- siate, con un briciolo di fantasia, vi ac- importanza di questa via. I muri a secco lata di piccoli laghi talvolta salmastri sono corgerete che la rima, può starci, ecco- che fiancheggiano il percorso sono protetti state rinvenute migliaia di impronte fossili me! Un alimento controverso, il vino, con reti metalliche dall'invasione dei cin- che testimoniano il passaggio di varie spe- che ha generato opposte riflessioni e ghiali, tuttavia i danni provocati dagli un- cie di rettili e anfibi. Nel diorama sono sta- pensieri; mentre il ‘concittadino' Mante- gulati sui manufatti sono dappertutto più gazza nel "Codice dell'uomo onesto" che evidenti. Si è ormai vicini al canale Pareiasaurus Era un grande rettile erbi-
pontificava che "godere mangiando e voro quadrupede dal corpo tozzo che la- che ci appare sulla sinistra mentre forma bevendo è anche dei bruti, e il ritornar al sciava grandi impronte circolari lunghe una cascatella; più sopra si può osservare anche più di trenta centimetri. Lycaenops
un piccolo salto ricoperto di concrezioni cibo e al vino per goder di più, stanca e Era un rettile mammaliano delle dimen- calcaree simili a stalattiti. Il sentiero si al- fa male… e l'ebrezza è sempre una colpa sioni di un grande cane. Doveva essere un lontana un poco dal canale e, quando si e può essere anche un delitto", un altro temibile predatore. Rincosaurus
riavvicina, balza ai nostri occhi la sorpresa illustre "concittadino", Mario Soldati, Era un rettile di dubbia posizione sistema- finale: un vecchio mulino con il suo arco e definiva il vino "poesia della terra". Pen- tica con forma molto simile a quella delle il suo bottaccio, recentemente liberati dalla sate che il papa Leone XIII, soleva dire attuali lucertole. Gli esemplari più grandi vegetazione infestante. Un altro poco di che "i vini rallegrano gli animi e scac- superavano il metro di lunghezza. Dolomi-
salita e s'incontrano le due cisterne dalle ciano gli affanni " e il Cardinale Riche- ti Nella formazione della Dolomia Princi-
quali prendeva origine l'antico acquedotto lieu si chiedeva perché "Se Dio avesse pale, affiorante in una vasta area dell'arco del paese di Tellaro. Si è giunti nelle vici- proibito il vino, perché mai l'avrebbe alpino e depositatasi in un antico ambiente nanze della provinciale di Montemarcello, di piana costiera periodicamente sommersa fatto così buono? L'avreste detto? (con- sulla quale si sbuca, cinquanta metri più in basso rispetto a una fermata dell'ATC.

Source: http://www.comune.lerici.sp.it/c011016/images/Giornalini/AuserNotizie/2015/AuserNotizieLerici-2015-02-n.070.pdf

Ovulation timing and artificial insemination

Ovulation Timing And Artificial Insemination Kit Kampschmidt, D.V.M., Brittmoore Animal Hospital, Inc., Houston, Texas The investment of time and money you make in planning and implementing a breeding is significant. Pregnancy and the delivery of a healthy litter are the goal. When factors beyond your control prevent successful mating your investment is at risk. Proper ovulation timing increases the chance of success for any breeding. Artificial insemination can make the seemingly impossible breeding a reality. This review provides an overview of current techniques and the technology available at Brittmoore Animal Hospital. Your increased understanding will enable us to help make your breeding program more successful.

Untitled

Nr. 45 Februar 2011 Magazin für Lehramtsanwärter/-innen Aus dem Inhalt: 3 Mathe unterrichten und den Lehrplanforderungen gerecht werden? 8 Kopiervorlagen aus PIK AS 11 Kreis und Winkel – eine Unterrichts- einheit für die Jahrgangsstufe 6 14 Junglehrer fordern Standards